ARRIVARE IN DUE GIORNI CON L’AUTO… SI PUO’…ECCO TUTTE LE NOTIZIE CHE SERVONO

Posted on 16. Set, 2010 by in Viaggi

Nell’epoca dei vulcani che bloccano il traffico aereo, di aeroporti e linee aeree in stato di allerta per rischio terrorismo, spostarsi per mare non sembra più il sogno di pochi romantici e avventurosi viaggiatori. La nave Visemar One, varata, il 20 maggio 2010, per un servizio regolare Ro/Pax (merci e passeggeri) collega ogni settimana Venezia con Tartous in Siria ed Alessandria in Egitto. La partenza da Venezia è prevista ogni giovedì, con arrivo nel porto siriano la domenica mattina e ad Alessandria il lunedì mattina. Una velocità massima di 24 nodi e tempi di transito molto veloci nei porti; la nave è in grado di trasportare 200 camion, 70 autovetture e 325 passeggeri. Gestore del servizio è la società Visemar Line (www.visemarline.com), nata da una partnership tra i gruppi veneti Visentini e Tositti; a promuovere l’iniziativa è l’Autorità Portuale di Venezia.

VUOI TUTTE LE NOTIZIE PER IL VIAGGIO IN SIRIA???
Zona Hama, Homs, Apamea, Latakia, Ugarit
Per visitare questa area consigliamo di pernottare a Latakia da cui si può effettuare l’escursione ad Ugarit ed a Hama da cui si raggiunge abbastanza facilmente Apamea (a nord) e Homs (a sud).

Se si preferisce percorrere qualche chilometro in più ma evitare un cambio alberghiero si può pernottare unicamente ad Hama che è situata al centro della zona.

L’alloggiamento più raccomandabile a Latakia è certamente il suggestivo Cote D’Azur De Cham , ubicato tra un tratto di spiaggia color crema incorniciata dal verde di un palmeto. Camere ampie e decori a profusione in tipico stile medio-orientale.

Per una sistemazione più semplice: Al-Cazino Hotel, un albergo sorto nel 1923 con una suggestiva atmosfera di altri tempi. Purtroppo le stanze sono state modernizzate e abbastanza anonime.

Discreta la disponibilità di ristoranti ma molti di impronta occidentale. Il preferito dalle famiglie locali è il Last Station in piacevole old style. Il locale più raffinato e alla moda è l’Allegro e quello forse più suggestivo è l’Old House, molto frequentato da Siriani anziani che apprezzano le sue tipiche specialità locali.
Il miglior hotel di Hama è il modernissimo Apamea Cham Palace, ubicato in un grattacielo sulla riva del fiume. Tra gli hotel di categoria inferiore, il più piacevole e caratteristico è l’Orient Hotel, situato in un bell’edificio del XVIII secolo con splendidi decori interni. Il solo inconveniente è che si trova ad una ventina di minuti dal centro. Abbastanza scadenti e trasandati altri alberghi
Abbastanza limitata anche la presenza di ristoranti tra cui il più caratteristico è Le Jardin che si affaccia sulla splendida Moschea.

Zona Aleppo Ebla
Ebla ed Aleppo distano tra loro circa 60 chilometri.
Volendo si può Visitare la zona pernottando sempre ad Aleppo o suddividere i pernottamenti le due località senza trascurare di inserire nell’itinerario le Città Morte che sono in prossimità della statale tra Aleppo ed Ebla.
Suggeriremmo tuttavia di evitare il pernottamento ad Ebla dove una sistemazione accettabile è offerta solo dal Cham Palace, un costoso e pretenzioso 5 stelle che ne meriterebbe a stento 3.
Aleppo offre una vasta scelta alberghiera anche se lo standard spesso non è eccelso ma molti sono impegnati in migliorie per cui è bene verificare di volta in volta la situazione anche per evitare di alloggiare in un hotel dove siano in corso ristrutturazioni. Tra gli hotel più lussuosi citiamo il Dedeman (5 stelle con vista stupenda). Tra i quattro stelle è buono il Riga Palace e tra quelli di categoria inferiore è molto piacevole il Dar Habiba, un angolo paradisiaco nella città vecchia.
La cucina di Aleppo è tra le più celebri del paese, anche se non tutti gradiscono l’uso abbondante di spezie. I ristoranti sono concentrati nei due quartieri di Al-Jedeida e Al-Aziziaz ma anche nella città vecchia o nelle vicinanze ci sono alcuni locali molto tipici. Tra i vicoli ed i muri di pietra dell’antico quartiere di Al-Jedeida vale la pena di provare il Beit Wakil annesso all’omonimo hotel, ha prezzi un poco superiori alla media; per visitare questo locale che veramente merita potete limitarvi ad una sosta per un drink. Un altro locale caratteristico e con prezzi medi è il Betit Sissi, forse il migliore di Aleppo. Si pranza in un suggestivo cortile e, quasi ogni sera, si è allietati da un suonatore di liuto.

Damasco
E’ la città con la migliore ricettività alberghiera ed anche gli hotel di categoria media offrono confortevoli sistemazioni. Citiamo tra questi il City Hotel e l’Al-Faradis (ben rinnovato il primo, un po’ datato il secondo ma in ottima posizione). Tra gli alberghi di alta categoria segnaliamo il Cham Palace che ha una lobby almeno degna di una visita e anche il neo di alcune camere piuttosto anguste. Buono e con prezzi lievemente inferiori anche il Carlton.
I ristoranti più economici si trovano nel quartiere centrale di Al-Merjeh; sono molto semplici ma offrono una cucina non molto assortita ma ottima.
Il più celebre ristorante del quartiere è l’al-Hallabi: dicono sia la miglior cucina di damasco e il servizio è eccellente. Nella Città Vecchia, la cucina più celebrata è quella dell’Al-Kawali
Palmyra
L’offerta alberghiera è sovra abbondante e. a causa di un certo calo di afflussi turistici, offre talora occasioni di sistemazioni a costi relativamente bassi in hotel di buona categoria.
Bisogna tuttavia prestare attenzione nella scelta perché molti hotel che dichiarano di essere a Palmyra, si trovano in realtà ad oltre un chilometro dalla città. Gli alberghi troppo economici sono tuttavia sconsigliabili; spesso mantenimento e pulizia lasciano a desiderare e talora l’occupazione di stanze è talmente ridotta da indurli a riduzioni di personale veramente all’osso.
Un’ottima sistemazione a prezzi modici è allo Zenobia Cham Palace, l’hotel più particolare di Palmyra situato in una casa del 1900, ristrutturato nel 2007 e con una splendida vista sulle rovine.
Tra i più lussuosi, ottimo il Dedeman Palmyra è un ottimo suggerimento
Come spesso accade in zone turistiche di questo genere, i ristoranti abbondano ma non rappresentano l’eccellenza della cucina. Inoltre, a causa del calo di visitatori, molti hanno cessato l’attività o ceduto la proprietà per cui riteniamo poco opportuno fornire suggerimenti. Meglio affidarsi al fiuto del turista che prima guarda e poi decide. Sono comunque generalmente affidabili i ristoranti degli alberghi, tutti aperti anche a chi non vi alloggia.

Parliamo del traghetto
Per recarsi in Siria con la propria auto, il mezzo migliore è il traghetto che fa servizio collega Venezia a Tartus. Opera attualmente in un solo giorno della settimana e no in tutte le stagioni.
Impiega un paio di giorni e, sulla rotta di ritorno tocca Alessandria d’Egitto.
L’alternativa è quella di raggiungere con un traghetto la Turchia e poi varcare il confine siriano. Questo itinerario è sconsigliabile perché le procedure di ingresso dalla Turchia sono abbastanza complesse e le autorità doganali non favoriscono un rapido ingresso e son sempre pronte ad inventare imprevisti cavilli.
Per la guida in Siria è richiesta la patente internazionale.
Il passaporto deve avere validità residua di almeno 6 mesi e non deve recare visti di precedenti ingressi in Israele. Sempre bene portare fotocopia del passaporto perché talora gli alberghi potrebbero trattenerlo per il periodo di soggiorno.
Prenotare sempre con notevole anticipo in quanto è buona regola avere tempi sufficienti per avere riconferme scritte ed impegnative di ogni servizio.
La disponibilità alberghiera è abbondante ma negli hotel di sicuro affidamento spesso vanno prenotati con largo anticipo. La classificazione alberghiera è quasi sempre molto generosa, pochi problemi per i 5 stelle mentre per i 4 vanno fatte selezioni oculate. Dai 3 stelle in giù, sono alberghi che richiedono forte spirito di adattamento. Gli hotel di lusso sono di tipo internazionale ma, in molte località c’è la possibilità di reperire piccoli hotel molto tipici e di comfort più che accettabile a patto di non pretendere poi servizi all’occidentale.
Del tutto sconsigliabile avere qualche pernottamento non prenotato in anticipo dall’Italia.
Per richieste di informazioni, preventivi e prenotazioni andare nella home del sito www.clubtour.it dove trovate i contatti di riferimento.

Tags: , , , ,